Capannori: ogni frazione avrà un parco giochi per bambini

Ogni paese di Capannori avrà un parco con giochi per bambini, una zona a verde, tavolini e panchine.  È questo l’obiettivo del piano predisposto dall’amministrazione comunale che entra subito nel vivo grazie a un primo progetto da 250 mila euro approvato dalla giunta guidata dal sindaco Luca Menesini. Due sono gli ambiti di intervento: la creazione di un nuovo parco nelle frazioni che ne sono sprovviste e il potenziamento di quelli esistenti attraverso l’installazione di nuove strutture per i più piccoli e di arredi urbani. Sono inoltre previsti giochi inclusivi utilizzabili cioè anche dalle bambine e dai bambini con disabilità.

“Sedersi su una panchina a leggere un libro, rilassarsi guardando il cielo, parlare con gli altri, osservare i propri figli giocare e divertirsi – Sono esempi di quello che si può fare in un parco pubblico. Piccole, ma fondamentali, azioni che vogliamo entrino sempre di più nella quotidianità delle cittadine e dei cittadini di Capannori – commenta il sindaco, Luca Menesini -. Per questo diamo il via a un piano di interventi che interesserà il territorio. Ogni frazione avrà un parco o un giardino pubblico che potrà essere utilizzato liberamente. Spazi, questi, che metteranno al centro la socializzazione e la bellezza. Valorizzare le aree verdi significa infatti aumentare la cura e il decoro dei paesi e favorire la coesione sociale”.

Gli interventi approvati dalla giunta partiranno a inizio 2019. Tre sono i nuovi spazi che saranno realizzati. A Marlia, davanti al mercato, sarà realizzato un parco giochi grazie alla donazione di attrezzature da parte dell’associazione “Jacopo ci sei”. Sono previste anche una pavimentazione anti caduta in gomma riciclata e una staccionata. A Santa Margherita sarà realizzato un parco giochi nello spazio verde davanti al cimitero; i cittadini vi troveranno una torre scivolo, giochi a molla, un’altalena e un pannello in metallo, oltre a tavoli, panchine e cestini. Il terzo parco giochi riguarderà Pieve San Paolo. Nell’area a verde davanti alla scuola saranno posizionate attrezzature ludiche come un’altalena, torre scivolo con arrampicata e pannelli. Qui sarà posizionato anche un gioco a molla inclusivo.  A corredo ci saranno un gazebo e un tavolo.

Sono otto, invece, le aree interessate da interventi di potenziamento e di riqualificazione. Nel parco di Artémisia a Tassignano saranno installate due giostre inclusive e altre attrezzature ludiche. Nel parco di piazza Maestri Guami a Guamo saranno installati nuovi giochi. A Segromigno in Monte il parco Pandora sarà dotato di nuovi arredi urbani fra cui due tavoli da pic nic; il parco di piazza Lazzareschi sarà interessato da un intervento di riqualificazione con il recupero della passarella in legno e della piccola arena, che saranno trasformate in “gioco dei salti” e l’installazione di gomma colata. Sempre a Segromigno in Monte nel parco in via delle Selvette vicino alla chiesa saranno rinnovati alcuni giochi; nell’area a verde in via Nuova tre le cooperative, invece, saranno installati tavoli e panchine. Il parco di piazza Michela Fanini a Segromigno in Piano sarà interessato da un intervento di sostituzione della staccionata. Infine nel parco in via delle Ville a San Colombano saranno sostituiti alcuni giochi e sarà installata una pavimentazione in gomma riciclata.

Accanto alla prima parte degli interventi programmati il Comune darà il via anche a una fase partecipativa; assieme alla popolazione, infatti, deciderà dove realizzare i nuovi parchi, a cominciare dalla zona centrale del territorio nelle frazioni di Verciano, Toringo e Parezzana.
Sempre in tema di giochi la prossima settimana saranno effettuati tre interventi. In via don Aldo Mei a Capannori sarà installata una nuova altalena, in piazza Michela Fanini a Segromigno in Piano si sostituiranno le altalene; sarà installato un gioco a molla nel parco di Paganico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *