Massaggio infantile: tutti i benefici per neonato e genitori

Il massaggio infantile ha una lunga tradizione in India e viene portato in occidente da Vimala McClure che lo ha studiato e ha individuato una sequenza efficace che ora si insegna in tutto il mondo. La sua particolarità è che non viene svolto da “esperti” sui bambini, non è una terapia né una tecnica, ma un modo di stare con il proprio figlio. Per questo viene insegnato ed eseguito esclusivamente dai genitori perché sono loro i veri esperti del loro bambino.

Questa pratica aiuta a creare un legame saldo con il bimbo, a comprenderlo meglio: evidenti ricerche cliniche hanno anche dimostrato l’effetto positivo nello sviluppo e sulla maturazione del bambino a diversi livelli.

Con il massaggio possiamo stimolare, accompagnare la crescita e la salute del nostro bambino e questo diventa un mezzo per comunicare ed essere in contatto con lui. Si impara durante il primo anno di vita del bambino (o prima che inizi a gattonare): ogni genitore può apprenderlo facilmente, adattarlo alle esigenze del proprio figlio, fin subito dopo la nascita.

 

In partenza un nuovo corso di massaggio infantile a Lucca

 

BENEFICI DEL MASSAGGIO

Possono essere considerati sotto 2 prospettive: per il bambino e per gli altri (soprattutto per i genitori). Le 4 principali categorie di benefici per il bambino sono:

  • Interazione: favorire il bonding (attaccamento), comunicazione verbale e non verbale, qualità del tempo trascorso per il contatto, l’attenzione, l’attivazione dei 5 sensi, empatia, imitazione reciproca e amore;
  • Stimolazione: apparato circolatorio, digerente, sistema ormonale, nervoso e vestibolare (equilibrio e movimento), sviluppo del linguaggio, capacità di apprendimento, ascolto e integrazione sensoriale e neuronale;
  • Sollievo: gas intestinali e coliche, stipsi ed evacuazione, crampi gastrointestinali, dolori della crescita, dentizione, tensioni muscolari, ipersensensibilità;
  • Rilassamento: miglioramento del sonno, regolazione degli stati comportamentali, riduzione degli stati di stress e aumento degli ormoni anti-stress.

I benefici vengono riscontarti anche da parte delle figure coinvolte:

  • Genitori: migliorano la comprensione del proprio bambino (lettura e rispetto dei segnali, aumento del legame di attaccamento), aumento del senso di autostima, fiducia in sé qualità del tempo, aumento degli ormoni del rilassamento, stimolazione della lattazione, riduzione di sintomi da depressione post- parto;
  • Famiglia: coinvolgimento dei fratelli, riduzione della gelosia, aumento dei momenti di tranquillità e interazione, diminuzione del momento del pianto;
  • Società: aumento dei benefici del contatto, maggior rispetto e riduzione di spese sanitarie.

 

 

Dott.ssa Federica Lencioni

Terapista Occupazionale

 

La dottoressa Federica Lencioni si è laureata in Terapia Occupazionale nel 2006 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia di Pisa. Ha lavorato per 6 anni in un centro diurno per disabili ed ha aperto una sia associazione che si occupava di recupero scolastico per bambini con difficoltà cognitive e comportamentali. Nel 2012 ha iniziato a lavorare a Genova presso l’Istituto G. Gaslini, occupandosi di recupero funzionale degli arti superiori, ausili per la mobilità e la comunicazione. Da un anno è tornata a Lucca e svolge libera professione, occupandosi quasi esclusivamente di età pediatrica, in trattamenti di gruppo o individuali. La frase che i suoi bambini sentono continuamente è: “stiamo solo giocando”.

 

CONTATTI:
Tel. 371 366 0188

Email: fede.lencioni@gmail.com

Pagina Ufficiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *