Progesterone: un possibile aiuto contro gli aborti ricorrenti

La terapia con progesterone può essere di aiuto contro l’aborto ricorrente. Nella rubrica “Ostetricia in pillole”, la dottoressa Lucia Vecoli ci parla di una recente meta analisi su Fertility and Sterility del 2017 che ha studiato l’effetto del progesterone sintetico e naturale rispetto al placebo nella prevenzione dell’aborto ricorrente su 1586 donne.

 

L’aborto spontaneo per  le donne è sempre un’esperienza luttuosa. Si tratta di un fenomeno diffuso, in quanto abortisce spontaneamente circa il 15% delle donne gravide. Talora l’evento, sia pure più raramente,  si ripete ai successivi tentativi. Si parla di aborto ripetuto al 2° aborto e di aborto ricorrente dal 3° aborto in poi.

Le cause sono molteplici, alcune inevitabili, quali l’età materna, anomalie genetiche o cromosomiche del concepito, altre per fortuna curabili, quali malattie materne di tipo ematologico, endocrino, mal formativo, ecc. Nella maggior parte dei casi di aborto ricorrente non viene purtroppo identificata una causa specifica, pertanto la terapia che viene offerta loro non può che essere empirica e di solito si basa su eparina, aspirina e progesterone.

Una recente meta analisi di Saccone e collaboratori, su Fertility and Sterility del 2017 ha studiato l’effetto del progesterone sintetico e naturale rispetto al placebo nella prevenzione dell’aborto ricorrente su 1586 donne . Dai dati ottenuti  le donne trattate con il progesterone sintetico per via orale (Dydrogesterone) o intramuscolare (17-alpha Hydroxyprogesterone caproato) hanno avuto minore incidenza di aborti rispetto alle altre, senza presentare aumento di malformazioni congenite, parto pretermine o morte endouterina del feto. Sono tuttavia necessari ulteriori studi per precisare il tipo di farmaco, il dosaggio e l’epoca di inizio della terapia.

Dr.ssa Lucia Vecoli

Ginecologa

Dopo la Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1980 all’Università di Pisa, la dottoressa Lucia Vecoli ha conseguito la Specializzazione in Ostetricia e Ginecologia nel 1984 e il perfezionamento in Nipiologia e Paidologia nel 1985 presso la stessa Università.
Medico Ospedaliero dal 1985 e, dal 1989 al 2016, Dirigente Medico di Ostetricia e Ginecologia presso l’Ospedale di Lucca, la dottoressa è autrice di numerose pubblicazioni scientifiche e ha partecipato a numerosi congressi anche in veste di relatrice in campo ostetrico-ginecologico. 
Iscritta all’ordine dei Medici di Lucca nel 1980 ( N°1235), fa parte di diverse Società Scientifiche: AOGOI ( Associazione Ostetrici e Ginecologi Ospedalieri Italiani), SIGO ( Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia), AIDM ( Associazione Italiana Donne Medico), SICPCV ( Società Italiana di Colposcopia e Patologia Cervico-vaginale).

 

CONTATTI:

La dottoressa Vecoli riceve presso gli Studi Medici Salus, in via dei Pubblici Macelli, 37 a Lucca.

Tel. 05834654; Email: luciavecoli55@gmail.com;

web: www.vecolilucia-ginecologa.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *